PRODUZIONI & EVENTI

2024
LE DUE SELENE
Palazzo Merulana - Roma

Il museo, sede della Fondazione Elena e Claudio Cerasi, gestito e valorizzato da Coopculture, è lieto di presentare lo spettacolo “Le Due Selene in concerto” con Aran e Nora Spignoli Soria.

Le due giovanissime arpiste Aran e Nora Spignoli Soria sono nate a Barcellona e vivono a Firenze.

Le Due Selene hanno già vinto numerose borse di studio e concorsi, tengono concerti in tutto il mondo e partecipano, anche alternandosi tra loro come “prima arpa”, alle produzioni dell’Orchestra Galilei della Scuola di Musica di Fiesole.

Il loro concerto sarà un viaggio attraverso i secoli, dal Settecento ai nostri giorni. Saranno eseguite musiche di Pietro Domenico Paradisi, Pedro José Blanco, Marcel Tournier, Marcel Samuel Rousseau, Bernard Andrés, Jean Michel Damase, scritte o arrangiate per due arpe.

A Palazzo Merulana è disponibile una tecnologia che permetterà alle persone ipoudenti di fruire di tutti gli spettacoli in cartellone con sistemi di ascolto assistito.

Lo spettacolo fa parte della rassegna “IN TUTTI I SENSI. Teatro e musica a Palazzo Merulana”.

Il progetto “In tutti i sensi” è vincitore dell’Avviso Pubblico “Raccolta di Proposte progettuali per la realizzazione di eventi, manifestazioni, iniziative e progetti di interesse per l’Amministrazione capitolina di rilevanza cittadina” promosso da Roma Capitale in collaborazione Zètema Progetto Cultura.

home - https://www.palazzomerulana.it

eventi - https://www.palazzomerulana.it/mec-category/eventi/

teatro https://www.palazzomerulana.it/mec-category/teatro/

2023
PAESAGGI DELL'ANIMA: PAOLUCCI IL PITTORE
Reading divulgativo sulla vita e le opere dell’artista

Nella splendida cornice del giardino dell'ex Conservatorio San Carlo Borromeo di Pienza, una nuova opera teatrale che ha debuttato a Siena presso l'Accademia dei Rozzi lo scorso 6 maggio. Lo spettacolo racconta l'Artista Paolucci ripercorrendo le fasi più salienti e significative della sua vita, sia dal punto di vista umano che artistico.

2023
PAESAGGI DELL'ANIMA: PAOLUCCI IL PITTORE
Reading divulgativo sulla vita e le opere dell’artista


scritto e diretto da Lisa Capaccioli

 Lisa Capaccioli VOCE NARRANTE 

Germana Giorgerini FLAUTO

Elisabetta Stanghellini ARPA

Daisy Ransom Phillips DANZATRICE

NUOVA PRODUZIONE

Sinossi

“Paesaggi dell’Anima” è una conferenza-spettacolo sul pittore Aleardo Paolucci, detto anche il “Pittore di Pienza”: un artista che ha saputo valorizzare la sua città e la sua terra, alle quali era profondamente legato e che ha sempre esaltato tramite le sue opere d’arte.

Uomo, artista, marito, padre, insegnante ha saputo abitare il suo tempo lasciando tracce di bellezza.

In scena un’attrice, una danzatrice e due musiciste: attraverso la parola, la danza e la musica verranno raccontati i momenti salienti della sua vita, grazie ad una narrazione che unirà le sue opere alla sua storia. Si comporrà sotto agli occhi del pubblico un drappellone molto speciale: ricordando i tre drappelloni che Aleardo ha realizzato per i pali di Siena del 1952, 1953 e 1963, ne verrà creato uno a lui dedicato.

“Paesaggi dell’Anima” vuole essere un’occasione per ricordare Paolucci a 10 anni dalla sua scomparsa, ma anche per celebrare e far conoscere ancora di più la sua produzione artistica: i paesaggi, il ciclo di dipinti dedicati a Pio II (soggetto a lui molto caro), le sue scenografie per gli spettacoli nella piazza di Pienza, i drappelloni, il francobollo dedicato alla sua città natale; opere d’arte che si muovono tra i ricordi e l’anima di un pittore che ha segnato il Novecento.

2022
TOSCANA ORGAN FESTIVAL
IV EDIZIONE

IV edizione per il  Toscana Organ Festival sotto la direzione del M° Olimpio Medori.Quest'anno si arricchisce di un riconoscimento molto importante, quello del Ministero della Cultura che premia in questo modo il lavoro organizzativo e di programmazione, riconoscendo questo Festival un'eccellenza da tutelare.
Tante sono le città toscane che incroceranno il cammino del Festival:

- Cortona, Lucca, Livorno, Prato, Firenze, Massa, Grosseto, Pienza, Pistoia, Montepulciano,; grazie al contributo di tante realtà locali ed internazionali quali "Associazione Arte in Musica", "Festival EV", "Euro-Via Festival", "Associazione per il recupero e la valorizzazione degli organi storici della città di Cortona", "Enki Produzioni srls" e tanti altri ancora oltre alla Regione Sardegna e alla Regione Toscana.
Il Festival avrà inizio il 31 luglio e terminerà il 23 ottobre 2022.

2022
PIENZA INTERNATIONAL MUSIC FESTIVAL IVO PETRI
VII EDIZIONE

 Il Pienza International Music Festival nasce nel 2015 da un'idea del M° Marco Lo Muscio per valorizzare Pienza; dare vita ad un festival musicale permanente (che Pienza non ha mai avuto) creando un connubio ideale tra i luoghi architettonici più belli di Pienza e le armonie della grande Musica. Il festival è dedicato alla memoria di Don Ivo Petri (1927-2012) il grande sacerdote, uomo di cultura, musicista e letterato indimenticabile a cui il M° Marco Lo Muscio è legato da profondo riconoscimento. Don Ivo organizzò infatti il primo concerto nel duomo di Pienza nel 1984 al M° Lo Muscio (allora tredicenne) della sua lunga carriera internazionale.

Nel 2015, grazie al supporto del comune di Pienza e dell'assessore alla Cultura Giampietro Colombini, la prima edizione del festival partì con successo.

 Le successive edizioni hanno sempre annoverato la partecipazione di grandi musicisti che hanno portato la grande Musica in questo borgo incantevole nel cuore della Val d’Orcia.

 Garanzia di successo è la più che consolidata Direzione Artistica del M° Marco Lo Muscio; un musicista tra i più poliedrici della sua generazione: organista, pianista e compositore.  Ha al suo attivo più di 700 concerti tenuti in alcune delle cattedrali e sale da concerto più rinomate. Le sue registrazioni sono state trasmesse alla BBC, RAI TV, SAT TV2000, Radio Vaticana, TV Russia, BR Classik, ecc Importante il lavoro di collaborazione con i progetti della rivista Colossus ad Helsinki ed editi dalla Musea Records. Le sue composizioni sono state eseguite in tutto il mondo (Europa, Russia, America, Australia, Nuova Zelanda, Sud Africa, Singapore) ed interpretate da alcuni dei più rinomati musicisti: Christopher Herrick, Thomas Trotter, John Hackett, Kevin Bowyer, David Briggs, John Scott, Roger Sayer, Stephen Farr, Andrew Canning, Aivars Kalejs, Alessandro Bianchi, Massimo Nosetti, Martin Setchell, Michael Eckerle, Willibald Guggenmos, Fredrik Sixten, Johannes Skudlik, Carson Cooman, Colin Walsh, Andrea Padova, David Jackson, ecc. Molti compositori gli hanno dedicato le proprie composizioni: Andreas Willscher, Carson Cooman, Steve Hackett, John Hackett, Grimoaldo Macchia, Carlotta Ferrari, ecc.

 Anche in questa annualità sono ospiti del Pienza International Music Festival artisti di grande caratura internazionale: Ludovico Troncanetti, Sandro Ivo Bartoli, Emanuele Stracchi, Patrick Ayrton, Alessio Benvenuti, Giulio Gelsomino, Andrea Castagna, La Corale Benvenuto Franci diretta dal Maestro Marco Rencinai. 

2022

Residenze in ambito artistico

“studio ed approfondimento delle tecniche interpretative”

Docenti: 

Marco Filiberti, Emanuele Burrafato, Stefano Sasso

Marzo/Aprile 2022

Il percorso di Residenze in ambito artistico è rivolto ad attori che hanno desiderio di approfondire lo studio delle tecniche interpretative. La didattica del Regista e Drammaturgo Marco Filiberti si fonda su percorsi strutturati di ricerca sull’arte e sulle declinazioni nelle prassi esecutive.

Un percorso che offre ai discenti non solo una crescita professionale ma anche e soprattutto emotiva; una maturazione del senso di fare arte. Questo sistema di pensiero si declina coerentemente su tutte le fasi dell’identificazione e della costruzione artistica: dai presupposti spirituali, estetici e drammaturgici al complesso lavoro realizzato con l’attore nella sua metamorfosi in corpo poetico, fino alla restituzione complessiva dell’accadimento teatrale e, in veste ultima, ad un’indicazione di potenziale condizione di felicità.

Gli artisti, selezionati dal Regista Marco Filiberti, sono affiancati dagli attori della Compagnia degli Eterni Stranieri. Eventuali inserimenti di attori interessati potranno essere valutati anche successivamente all’inizio attività. 

Frequenza: sono previsti periodi di frequenza in base al calendario fornito dall’organizzazione; le residenze in ambito artistico condotte dal Regista Marco Filiberti sono strutturate sia con percorsi di gruppo che individuali e saranno articolate dal mese di febbraio al mese di aprile 2022.

Benefit: gli artisti partecipanti saranno ospitati in struttura convenzionata con trattamento di mezza pensione e beneficeranno di borse di studio destinate alla copertura delle spese per il periodo di residenza.

2022 

Residenze in ambito artistico

“studio ed approfondimento delle tecniche interpretative”

Docenti: Marco Filiberti, Emanuele Burrafato

Febbraio/Marzo 2022

Il percorso di Residenze in ambito artistico è rivolto ad attori che hanno desiderio di approfondire lo studio delle tecniche interpretative. La didattica del Regista e Drammaturgo Marco Filiberti si fonda su percorsi strutturati di ricerca sull’arte e sulle declinazioni nelle prassi esecutive.

Un percorso che offre ai discenti non solo una crescita professionale ma anche e soprattutto emotiva; una maturazione del senso di fare arte. Questo sistema di pensiero si declina coerentemente su tutte le fasi dell’identificazione e della costruzione artistica: dai presupposti spirituali, estetici e drammaturgici al complesso lavoro realizzato con l’attore nella sua metamorfosi in corpo poetico, fino alla restituzione complessiva dell’accadimento teatrale e, in veste ultima, ad un’indicazione di potenziale condizione di felicità.

Gli artisti, selezionati dal Regista Marco Filiberti, sono affiancati dagli attori della Compagnia degli Eterni Stranieri. Eventuali inserimenti di attori interessati potranno essere valutati anche successivamente all’inizio attività. 

Frequenza: sono previsti periodi di frequenza in base al calendario fornito dall’organizzazione; le residenze in ambito artistico condotte dal Regista Marco Filiberti sono strutturate sia con percorsi di gruppo che individuali e saranno articolate dal mese di febbraio al mese di aprile 2022.

Benefit: gli artisti partecipanti saranno ospitati in struttura convenzionata con trattamento di mezza pensione e beneficeranno di borse di studio destinate alla copertura delle spese per il periodo di residenza.

2021
PIENZA INTERNATIONAL MUSIC FESTIVAL IVO PETRI
VI EDIZIONE

Pienza International Music Festival Ivo Petri nasce per celebrare la memoria di Don Ivo Petri; uomo di cultura che ha intrapreso un percorso di conoscenza e valorizzazione culturale della Città di Pienza. L'ideazione del Festival e la Direzione Artistica è stata da sempre affidata al Maestro Marco Lo Muscio che ha raccolto l'ideologia di Don Ivo Petri e ne ha permesso la crescita nonché la sua internazionalizzazione. Il Maestro Marco Lo Muscio è tra i più poliedrici musicisti della sua generazione: organista, pianista e compositore. Collabora spesso con artisti internazionali come Kevin Bowyer, Andrea Padova, David Jackson, John e Steve Hackett (Genesis). Le composizioni di Marco vengono eseguite in tutto il mondo (Europa, Russia, America, Australia, Nuova Zelanda, Sud Africa, Singapore) ed interpretate da alcuni dei più rinomati musicisti: Christopher Herrick, Thomas Trotter, Kevin Bowyer, David Briggs, John Scott, Roger Sayer, Chris Jarrett, Steve Hackett, Stephen Farr, Andrew Canning, Aivars Kalejs, Andrea Padova, Alessandro Bianchi, Massimo Nosetti, Martin Setchell, Willibald Guggenmos, Fredrik Sixten, Carson Cooman, Colin Walsh, Carol Williams, Juan Paradel Solé, Jean-Paul Imbert, Stephen Tharp, Alina Rotaru, Patrick Ayrton, Daniel Zaretsky, Edouard Oganessian ed altri.

2017
BROTHERS

Libero adattamento da Brødre di David Benioff

Midwest, ottobre 2007. Sam Cahill è un giovane capitano dei Marines degli Stati Uniti. Decide di partire per la quarta volta per l’Afghanistan. “Grace sa che farei qualunque cosa per tornare da lei. Qualunque.“ Un padre fiero di lui, una moglie innamorata ma di poco polso, una bambina di 7 anni e Tommy, un fratello con un passato tormentato, attendono il suo rientro. Al suo ritorno, però, niente può essere più lo stesso. Quello che una volta era un rifugio caldo e sicuro ora è diventato uno spazio bidimensionale ed inospitale. Perché la guerra azzera tutto, come la morte.

Un testo attuale su come la guerra possa essere totalizzante ed imperituro nella testa e nel cuore di chi la vive ma, anche, di chi ne viene travolto di riflesso, perché “solo i morti hanno visto la fine della guerra”.

Un dramma interiore che si fa universale nella versione diretta da Matteo Fasanella con Andrea Venditti, Claudio Crisafulli, Giulia Bornacin, e con Giulietta Rebeggiani, Chiara Barletta, Eleonora Setzu e la partecipazione straordinaria di un maestro del doppiaggio italiano: Paolo Buglioni.

2017
IL GIOCO OSCURO DEL PASSATO
Romanzo di - Stefano Sbarluzzi

Un passato che torna con forza a farsi sentire. Un'avventura che si snoda tra Siviglia e Madrid. Un uomo che supera ogni ostacolo per avere delle risposte. Queste, le dinamiche di una storia ambientata in una Spagna piena di ricordi e carica di tensioni, adrenalina e suspance. Ananke travolge e stravolge la vita di uno scrittore, rendendolo protagonista e testimone di una realtà che andrà oltre alla sua più fervida immaginazione. Tutto, rappresenta il disegno già scritto da qualcuno o qualcosa sopra di noi.

2017
CYRANO
da E. Rostand  -  1897-2017

Era il 1897 quando in un teatro di Parigi, il Théâtre de la Porte-Sain-Martin, debuttava per la prima volta uno dei capolavori della letteratura mondiale Cyrano De Bergerac.
Oggi a distanza di 120 anni, nella sua versione originale in versi, il dramma di Edmond Rostand torna in scena a Roma con la regia di Matteo Fasanella dal 20 gennaio al 19 febbraio al Teatro Stanze Segrete.

A farla da padrone, ovviamente - forte della poetica narrazione in versi - è una delle storie d'amore più belle che la letteratura abbia mai creato: l'amore, il genio, le virtù, l'uomo.

2016
L'UOMO, LA BESTIA E LA VIRTU'
di Luigi Pirandello

Più che commedia, un apologo, come dice lo stesso autore, dell'ipocrisia dei rapporti tra gli esseri umani. Con una satira tenace e cinica rappresenta un'umanità che cela se stessa dietro tante maschere e troppi pochi volti. Ma eccole le nostre maschere: L'UOMO, il professor Paolino, in polemica contro l'ipocrisia che lo circonda ma coinvolto in una segreta tresca con LA VIRTÙ, la signora Perella, timorata di Dio all'apparenza e sposa abbandonata del capitano Perella, LA BESTIA, inquietante figuro mai contento di far ritorno dalla moglie e dal figlio Nino, trottola impazzita nelle mani di genitori incapaci di gestirlo. Un equilibrio apparentemente perfetto! A romperlo…una gravidanza. Che cosa succederà a questa ipocrisia borghese? Ed ecco muoversi altre maschere, IL DOTTORE, IL FARMACISTA, I DUE SCOLARI, LE DUE GOVERNANTI E IL MARINAIO.

Con la sapiente regia di Matteo Fasanella e con la bravura degli attori Giulia Bonarcin, Andrea Ganzerla, Matteo Fasanella, Tiziano Iadecola, Franscesco Caponera, Licia Amendola, Caterina Taccone, Gloria Luce Chinellato e Marco Lupi (in ordine di apparizione), verremo catapultati in un clima esilarante e frenetico che ci farà ridere e riflettere sui nostri valori troppo spesso astratti.

INFO E CONTATTI

ENKI PRODUZIONI SRLS
S.P. 146 Km. 35,500 snc - 53026 PIENZA - SI
www.enkiproduzioni.it - email: direzione@enkiproduzioni.it - Tel. +39 338 9775 478
pec: enki@pec.enkiproduzioni.it - REA: SI-210948 - SDI: 5RUO82D - ATECO: 90.02.09