LE CELEBRAZIONI

Pienza si accinge a celebrare il decimo anniversario della scomparsa di Aleardo Paolucci, avvenuta il 6 Maggio 2013, con una serie di iniziative al fine mettere in luce la personalità eclettica e il talento del pittore pientino.

Aleardo Paolucci il pittore della Val d’Orcia, il pittore di Pienza, ha dato tutto sé stesso per raccontare la bellezza e la magia della sua terra.

Il progetto è promosso e coordinato da ENKI PRODUZIONI con il contributo di PENNINGTON, BASS & ASSOCIATES (U.S.A.) e realizzato con il patrocinio e la collaborazione dell’ARCHIVIO DI STATO di SIENA, COMUNE DI SIENA – Assessorato alla Cultura e con il patrocinio del MIC, REGIONE TOSCANA e del COMUNE DI PIENZA.

Molti sono i partner che hanno reso possibile questo progetto accogliendolo con entusiasmo e sensibilità:

Accademia dei Rozzi, Santa Maria della Scala, Museo Città di Pienza, Contrada della Lupa, Contrada della Tartuca, Contrada della Pantera, Associazione Proloco Pienza, Centro Studi Mario Luzi La Barca, Fabbriceria della Chiesa Cattedrale di Pienza, Fondazione San Carlo Borromeo, Associazione Letteraria Stefano Tuscano, Comitato Promotore La Città della Cultura – Pienza, Palazzo Merulana, Associazione Culturale Arlem, Associazione Nazionale Case della Memoria.

Il programma delle celebrazioni inizia nel 2023 per il decennale ma si protrae fino al 2027 in un percorso lungo ed articolato per arrivare ai cento anni dalla nascita dell’Artista. Le iniziative sono state pensate per poter far conoscere l’Artista Aleardo Paolucci in tutte le sue sfaccettature; l’uomo, il pittore, le opere e la vita. Un’occasione anche per valorizzare la sua terra e farla conoscere anche attraverso i suoi dipinti e la sua visione.

Un percorso culturale che vuole esprimersi con delicatezza e sensibilità proprio come sono le opere dell’artista ma allo stesso tempo vuole prendersi lo spazio per dare la giusta attenzione a questo Maestro che ha saputo raccontare la sua terra, i suoi valori e la sua identità in maniera indelebile. 

Il progetto si intitola PAESAGGI DELL'ANIMA; così come Aleardo ha saputo catturare la nostra attenzione su un angolo di storia che nel tempo risplende sempre più, noi, oggi abbiamo intenzione di restituirgli un po' di gratitudine, ricordando la sua produzione artistica, la sua generosità e soprattutto facendolo scoprire a coloro che non hanno avuto la possibilità di conoscerlo.

IL PROGRAMMA

Paesaggi dell’Anima è un modo per raccontare l’Artista attraverso il diretto coinvolgimento del pubblico. Il progetto si articola, infatti, in attività che vedono la partecipazione attiva di tutti coloro che vorranno essere presi per mano e introdotti nel mondo di Aleardo Paolucci.

Nulla è lasciato al caso! Il 6 maggio 2013 Aleardo si spegneva dopo una vita piena e appassionata.

E' stato affascinante ripercorrere la sua vita grazie ai ricordi di chi lo ha conosciuto bene ed è stato emozionante creare questo progetto insieme a tutti coloro che con sincera emozione, disponibilità e gratitudine hanno voluto contribuire a creare un ricordo ma soprattutto a dare nuova vita a queste memorie.

Lo studio di questo artista ci ha portato in questi mesi a riflettere ed approfondire sui momenti della sua vita, la sua formazione e le esperienze. Non potevamo pertanto non iniziare il programma delle celebrazioni se non a SIENA, luogo in cui l’Artista si è formato ed ha avuto la possibilità di avere riconoscimenti importanti.

Inoltre, altro importante tassello nella vita e nelle opere di Aleardo è stata l’attenzione dedicata al papa PIO II, colui che ha fatto rinascere la città che lui ha amato profondamente.

Il percorso esplorativo e di scoperta di questo Artista parte con la visita al Museo delle Biccherne di Siena, nella sede dell’Archivio di Stato, dove è possibile scoprire le radici del Rinascimento, il terreno che ha dato la linfa vitale a papa Pio II e dal quale discende il forte legame con la Famiglia Piccolomini e la nuova città di Corsignano. Aleardo ha potuto diplomarsi e poi divenire docente e pittore grazie alla borsa di studio offerta dal Conte Piccolomini, un mecenate che ha saputo guardare in maniera lungimirante il talento del giovane pittore.

L’ Archivio di Stato, insieme al Comune di Siena ci ha sostenuto ed affiancato per costruire questa giornata di scoperta di una Siena inedita e riportare alla luce i ricordi di Aleardo e la sua vita in questa città.

Non potevamo poi non ammirare dal vivo i tre drappelloni che Aleardo ha realizzato, vincendo i concorsi, per i pali del 2 Luglio 1952 (vinto dalla Contrada della Lupa), 2 Luglio 1953 (vinto dalla Contrada della Tartuca), 2 Luglio 1963 (vinto dalla Contrada della Pantera).

Momento unico quello di poterli vedere dal vivo, grazie alla collaborazione e disponibilità dei Musei delle Contrade che ci permettono di apprezzare il valore dei “cenci” ideati da Aleardo.

Alle ore 18:00 un Reading Teatrale e Musicale, alla Sala degli Specchi dell’Accademia dei Rozzi, conclude la giornata del 6 maggio - regia e narrazione di Lisa Capaccioli e con la partecipazione straordinaria della danzatrice statunitense

Daisy Ransom Phillips . Un momento dove si renderà omaggio all’artista con una drammaturgia inedita scandita dalle note del flauto, Germana Giorgerini e dell’arpa Elisabetta Stanghellini. Si ripercorre la vita di Aleardo attraverso i racconti della famiglia, degli amici, della sua città. La replica del reading è prevista il 9 luglio 2023 al Giardino San Carlo Borromeo di Pienza.

In questo percorso celebrativo, che si protrae fino al 2027 – cento anni dalla sua nascita – sono programmate al momento, tre mostre che riportano alla luce la collezione di opere dedicate a papa PIO II, composta di 54 opere grafiche e pittoriche realizzate con tecniche diverse (oli, tempere, acrilici, graffiti, oro e sabbia). Questo racconto grafico-cromatico è stato visibile al pubblico per meno di un mese (17 settembre / 15 ottobre 2005 in occasione dei seicento anni dalla nascita di PIO II) e poi mai più diffuso.

L’operazione di valorizzazione di questo straordinario artista parte proprio dalla possibilità di ammirare quanto ancora non visto ed apprezzato; Paesaggi dell’Anima è una possibilità per continuare a scoprire l’uomo e l’Artista Aleardo Paolucci e non perdere la memoria di quello che ha creato.


Aleardo Paolucci

Pienza 15 aprile 1927, Pienza 6 maggio 2013

Pubblicazione Celebrazioni

Comunicato Stampa

RASSEGNA STAMPA - unita.pdf

INFO E CONTATTI

ENKI PRODUZIONI SRLS
S.P. 146 Km. 35,500 snc - 53026 PIENZA - SI
www.enkiproduzioni.it - email: direzione@enkiproduzioni.it - Tel. +39 338 9775 478
pec: enki@pec.enkiproduzioni.it - REA: SI-210948 - SDI: 5RUO82D - ATECO: 90.02.09